Racconto breve su luoghi e tempi di giustizia

Gabriele Mazzotta

Articolo

Probabilmente bisognerebbe focalizzarsi sulla necessità di riportare la giustizia nello spazio che le compete. Occorrerebbe convincersi che, pur in una dimensione di modernità lunare, la giustizia non possa rinunciare a un suo luogo istituzionale riconoscibile in quanto tale, nel quale cessino i rumori della contesa, si ricostruisca il loro percorso filologico, si ascoltino le contrapposte argomentazioni, si affermi il diritto.

SOMMARIO   1. Tra tempo e luogo. – 2. La lentezza della penna. – 3. L’avvento dell’era informatica. – 4. Esigenze produttive. – 5. Il capitale investito. – 6. Il male assoluto. – 7. La straordinarietà delle videoconferenze. – 8. Impressioni.

Il contributo è pubblicato sulla rivista Questione giustizia.

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Cookie policy