20.7 cass

Con specifico riferimento al delitto di tortura, Cass. pen., sez. V, 11 ottobre 2019, n. 50208, Ced Rv. 277841, ad avviso della quale “in tema di tortura, la crudeltà della condotta si concretizza in presenza di un comportamento eccedente rispetto alla normalità causale, che determina nella vittima sofferenze aggiuntive ed esprime un atteggiamento interiore particolarmente riprovevole dell’autore del fatto”.