Le prostituzioni: tra fatto e diritto

Fausto Giunta

Articolo

1. Il relativismo storico-comparatistico della disciplina in materia di prostituzione – 2. L’atto prostitutivo dovuto a coartazione come offesa alla persona – 3. La prostituzione come scelta libero-professionale – 4. La condotta di sfruttamento e il rigorismo della sua interpretazione giurisprudenziale – 5. La condotta di favoreggiamento – 5.1. La casistica – 5.2. La distinzione tra favoreggiamento della prostituzione e agevolazione della persona che la esercita – 6. La nozione di prostituzione

Il contributo è già stato pubblicato ne La giustizia penale (fasc. 7, 2013, II, 473-480).


Dello stesso autore

E-Book | Fausto Giunta

Diritto penale
Una introduzione

Focus | Fausto Giunta

Bilanciamenti e regole di condotta

Articolo | Fausto Giunta

Il lato “buono” del penale

Opinione | Fausto Giunta

Dualismo europeo

Focus | Fausto Giunta

Due colpe in una?

Focus | Fausto Giunta

E liberaci dal processo infinito

Articolo | Fausto Giunta

Il nemico ritrovato

Varietà | Fausto Giunta

AnalogaMente

Varietà | Fausto Giunta

Meglio dolo (che male accompagnato)

Articolo | Fausto Giunta

Note sulla punizione dell’ente evasore

Varietà | Fausto Giunta

C’era una volta il “temporale”

Opinione | Fausto Giunta

La prescrizione. Ultimo atto?

Varietà | Fausto Giunta

Colpetta ritrovata

Articolo | Fausto Giunta

Culpa, culpae

Articolo | Fausto Giunta

La legalità della colpa

Opinione | Fausto Giunta

La prescrizione, ovvero chi odia, ama

Articolo | Fausto Giunta

Maxima culpa

Articolo | Fausto Giunta

Addio Beccaria?

Articolo | Fausto Giunta

Quale colpa per la Protezione civile?

Articolo | Fausto Giunta

Il reato colposo nel sistema delle fonti

Articolo | Fausto Giunta

Il burocrate creativo. Nota introduttiva