La prescrizione del reato: ossia la causa estintiva che visse due volte

Fausto Giunta

Articolo

Il contributo è già stato pubblicato in Principi, regole, interpretazione. Contratti e obbligazioni, famiglie e successioni. Scritti in onore di Giovanni Furgiuele, a cura di G. Conte e S. Landini, vol. I, Mantova 2017. L’intera opera è liberamente consultabile su FloRe, repository istituzionale ad accesso pieno e aperto dell’Università degli Studi di Firenze.

Il contributo è consultabile anche in Criminalia (2017).


Dello stesso autore

Focus | Fausto Giunta

Due colpe in una?

Focus | Fausto Giunta

E liberaci dal processo infinito

Articolo | Fausto Giunta

Il nemico ritrovato

Varietà | Fausto Giunta

AnalogaMente

Varietà | Fausto Giunta

Meglio dolo (che male accompagnato)

Articolo | Fausto Giunta

Note sulla punizione dell’ente evasore

Varietà | Fausto Giunta

C’era una volta il “temporale”

Opinione | Fausto Giunta

La prescrizione. Ultimo atto?

Varietà | Fausto Giunta

Colpetta ritrovata

Articolo | Fausto Giunta

Culpa, culpae

Articolo | Fausto Giunta

La legalità della colpa

Opinione | Fausto Giunta

La prescrizione, ovvero chi odia, ama

Articolo | Fausto Giunta

Maxima culpa

Articolo | Fausto Giunta

Addio Beccaria?

Articolo | Fausto Giunta

Le prostituzioni: tra fatto e diritto

Articolo | Fausto Giunta

Quale colpa per la Protezione civile?

Articolo | Fausto Giunta

Il reato colposo nel sistema delle fonti

Articolo | Fausto Giunta

Il burocrate creativo. Nota introduttiva