La forma dell’imputazione e la sostanza del processo

Fausto Giunta

Opinione

Il presente scritto, che trae spunto dalla relazione svolta il 3 luglio 2020 alla Scuola Superiore della Magistratura, è destinato agli Studi in onore del professor Antonio Fiorella.

SOMMARIO   1. Fatto e diritto nella formulazione dell’accusa. — 2. I vantaggi del capo di imputazione legalistico. — 3. La precisione dell’addebito come garanzia compensativa. — 4. I vizi del capo di imputazione. — 5. L’imputazione a titolo di colpa. — 6. Chiusa.


Dello stesso autore

E-Book | Fausto Giunta

Diritto penale
Una introduzione

Focus | Fausto Giunta

Bilanciamenti e regole di condotta

Articolo | Fausto Giunta

Il lato “buono” del penale

Opinione | Fausto Giunta

Dualismo europeo

Focus | Fausto Giunta

Due colpe in una?

Focus | Fausto Giunta

E liberaci dal processo infinito

Articolo | Fausto Giunta

Il nemico ritrovato

Varietà | Fausto Giunta

AnalogaMente

Varietà | Fausto Giunta

Meglio dolo (che male accompagnato)

Articolo | Fausto Giunta

Note sulla punizione dell’ente evasore

Varietà | Fausto Giunta

C’era una volta il “temporale”

Opinione | Fausto Giunta

La prescrizione. Ultimo atto?

Varietà | Fausto Giunta

Colpetta ritrovata

Articolo | Fausto Giunta

Culpa, culpae

Articolo | Fausto Giunta

La legalità della colpa

Opinione | Fausto Giunta

La prescrizione, ovvero chi odia, ama

Articolo | Fausto Giunta

Maxima culpa

Articolo | Fausto Giunta

Addio Beccaria?

Articolo | Fausto Giunta

Le prostituzioni: tra fatto e diritto

Articolo | Fausto Giunta

Quale colpa per la Protezione civile?

Articolo | Fausto Giunta

Il reato colposo nel sistema delle fonti

Articolo | Fausto Giunta

Il burocrate creativo. Nota introduttiva