Europa e diritto penale. Tra linee di sviluppo e nodi problematici

Fausto Giunta

Articolo

SOMMARIO   1. Una parafrasi dantesca. — 2. Competenza e legittimazione. — 3. La materia penale tra diritto dell’UE e legislatore nazionale. La competenza indiretta. — 4. A proposito di disarmonie sanzionatorie e incoerenze politico-criminali: la direttiva c.d. PIF. — 5. L’efficacia delimitatrice e integratrice. — 6. Diritto dell’UE e giurisdizione nazionale. — 7. L’interpretazione conforme. — 8. Le (pretese) dinamiche (dis)applicative. — 8.1. La nozione di sottoprodotto. — 8.2. Il caso del “novellame”. — 8.3. La saga Taricco. — 9. Chiusa. — 10. La Corte “buona”. — 11. L’EPPO. — 12. Guardando al futuro, senza dimenticare il presente.

Il contributo è destinato alla pubblicazione nel prossimo volume di Criminalia ed è soggetto ai criteri di peer review ed alle esclusioni dal sistema di valutazione della Rivista.